ESTATE, ARIA APERTA E ALIMENTAZIONE SANA

L’estate mette di buonumore, invoglia a stare all’aperto e a fare movimento. E’ l’occasione per mettere in atto i buoni propositi in tema di salute. Ma cosa mangiare?

Scopri con noi i consigli di Fondazione Umberto Veronesi.

L’IMPORTANZA DELLA COLAZIONE
Approfittiamo del tempo in più al mattino per riscoprire l’abitudine della prima colazione. Via libera al latte e allo yogurt, eventualmente anche a bevande vegetali a base di soia, mandorle, cocco o cereali, meglio se senza zuccheri aggiunti; poi cereali in fiocchi o biscotti, cercando di scegliere prodotti con meno zuccheri e grassi saturi. E’ il momento ideale per provare con fantasia nuovi abbinamenti sperimentando frullati, centrifugati, mousse di frutta fresca e yogurt, granelle di cereali e frutta secca, verdure e passati freddi colorati.

IL PRANZO E LA CENA
L’estate si presta a gustosi piatti unici, con verdure di vario tipo e un cereale a scelta tra farro, orzo, riso, quinoa oltre che la classica pasta o il cous cous. A completare con un’ulteriore fonte proteica si può aggiungere un latticino fresco come ricotta o caprino, dei legumi o del pesce.

E FUORI CASA?
Estate vuol dire escursioni, spiaggia e campi estivi: come gestire il pranzo fuori casa? Il panino è la soluzione più pratica, preferibilmente di pane con farine integrali o poco raffinate; basta fare un po’ di attenzione all’”imbottitura”, scegliendo più di frequente pesce o formaggio fresco con verdure, oppure alternative vegetali come i burger a base di cereali e legumi (per esempio quinoa, lenticchie, carote e zucchine).
Per dissetarsi, l’acqua resta la nostra migliore alleata, ma si possono sfruttare al massimo le proprietà idratanti dei vegetali estivi ricchi d’acqua, come anguria, melone, pesche, pomodori, cetrioli.

*Contenuti scientifici a cura di Fondazione Umberto Veronesi